Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
Ok
Sei in: Contenuti home page > Apprendistato > Il piano formativo individuale e di d...

Il piano formativo individuale e di dettaglio

Piano formativo individuale

Il Piano Formativo Individuale di massima dell’apprendistato professionalizzante costituisce parte integrante del contratto di assunzione di ogni apprendista, deve essere redatto, formalizzato, sottoscritto dalle parti, pena la non regolarità dell’assunzione. Il PFI copre l’intera durata del contratto di apprendistato.

Descrive in via generale il percorso formativo che verrà seguito dall'apprendista, riportando gli obiettivi, i contenuti e le competenze attese al termine del percorso stesso.

E’ sottoscritto dal datore di lavoro responsabile della comunicazione d’ instaurazione del rapporto di lavoro e dall’apprendista.

Questo percorso, sulla base dell’applicazione della Legge regionale sul lavoro n. 17 del 2005, dovrà avere come esito una qualifica tratta dal Sistema regionale delle Qualifiche".

Il Piano Formativo Individuale deve, pertanto, essere coerente con la qualifica (presente nel repertorio regionale delle qualifiche) assunta a riferimento quale esito del percorso formativo, le relative aree di contenuto e le competenze previste.

Piano formativo individuale di dettaglio

Il Piano Formativo Individuale di dettaglio, documento successivo al Piano Formativo Individuale, indica il percorso formativo dell'apprendista, descrivendo nello specifico, e per tutta la durata del contratto di apprendistato, le caratteristiche di erogazione della formazione.

Definisce altresì il rapporto di collaborazione tra l'impresa e l'istituzione formativa esterna ed è redatto dall'impresa, con il supporto dell'ente di formazione, sulla base di quanto emerso dal Piano formativo iniziale dell'apprendista, in linea con le competenze della Qualifica presa a riferimento e nel rispetto delle norme contenute nel CCNL per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi del 2 luglio 2004.

Il Piano Formativo Individuale di dettaglio potrà essere integrato in relazione alle esigenze formative e alle competenze acquisite dall'apprendista.

Powered by ENDURANCE
© Copyright 2011-2019 by ISCOM Emilia Romagna.